Idromele e AIP

Dove sono finito? Beh, tra impegni di lavoro, ultime vicissitudini ed altro il tempo a mia disposizione è notevolmente diminuito nel corso delle ultime settimane…

Prima tra tutte la novità più importante: ho imbottigliato con somma soddisfazione l’idromele del 2003 e preparato quello che sarà imbottigliato nel 2005 ;) Si, faccio idromele (quello dal MIELE, non dalle mele che si chiama Sidro) da alcuni anni con estrema soddisfazione mia e di chi lo degusta. I pochi fortunati che ne hanno avuta una bottiglia in regalo sono stati contentissimi di assaggiare una leccornia a 7/8° che il palato italiano non gustava da circa 8 secoli… Il sapore ricorda un moscato, o forse meglio una malvasia non molto dolce. Inoltre anche il sidro dopo 6 mesi di chiarificazione e di invecchiamento nella sua botticella è pronto per il priming, l’imbottigliatura con aggiunta di zuccheri per la seconda fermentazione in bottiglia che lo porterà ad essere frizzante da fermo com’è ora.

Ah, tra parentesi, meno importante c’è anche la mia nomina a Presidente Provinciale per Milano dell’AIP, il sarà Albo degli Informatici… ma è un dettaglio ;)

Autore:

Le università italiane passano al cloud. Con quali garanzie?

Oggi grazie a Yanfry scopro una conversazione interessantissima sulla mailing list di Nexa a firma del Prof.Luciano Paccagnella, Professore Associato di Sociologia dei processi culturali nel Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino: gli atenei italiani e tra I primi Torino stanno dismettendo i loro servizi di posta elettronica migrando su Gmail (ma […]