Una nuova tecnologia per tracciare i visitatori

Alla luce dei dati di Jupiter Research, secondo cui nel 2004 il 58% dei navigatori web ha cancellato i cookies dalla propria macchina per evitare di essere tracciati, le maggiori società di SEM hanno iniziato a spostarsi verso tecnologie che consentano il tracciamento anche a fronte della mancanza di cookies. La soluzione trovata si basa su PIE (Persistent Identification Element) una tecnologia nata con Macromedia Flash MX che risulta in grado di tracciare l’utente anche a fronte della mancanza di un cookie (o una session) prestabilita. Macromedia ha, di contro a questo utilizzo quantomeno “particolare” creato una pagina apposita per istruire gli utenti a disabilitare PIE. Inoltre, le informazioni contenute nei PIE possono avere una dimensione decisamente maggiore a quelle contenute sei cookies. Il documento di Macromedia riporta infatti:

Applications that are created using Macromedia Flash may want to store some information on your computer, but the amount they can store is limited to 100 kilobytes unless you agree to allocate additional space. Local storage settings let you specify how much disk space, if any, applications from a particular website can use to store information on your computer. … It’s important to understand that even though this settings panel is part of Macromedia Flash Player, the information will be used by an application created by a third party. Hemmm…

Autore:

Parmigiano vs PornHub: una questione di Tutela della Reputazione

Esce oggi il bel post di Matteo Pogliani che tratta la querelle tra PornHub ed il Consorzio di Tutela del parmigiano Reggiano. Visto oltre al bel post anche la presenza di una serie di contributi interessantissimi di tanti amici, vi consiglio caldamente la lettura dei commenti corali. Sintetizzo qui, invece, la mia posizione: Benché la […]