PocketMod e GTD

PocketMod Per quanti, attratti dal precedente post, volessero iniziare a utilizzare GTD con il Moleskine l’unico mio consiglio è di preminursi di un supporto cartaceo esterno, microscopico, alternativo e possibilmente “portabile ovunque”. Mi succede infatti a volte (raramente, a dire il vero) di ritrovarmi arrabondo senza l’amato taccuino e ho trovato di estrema colodità affiancarlo con un “microtaccuino” per scrivere quanto mi capita per la testa o qualche elemento delle liste che voglio poi aggiungere alla “Actions” list o alla “Maybe/Sometimes”. Pensiamo al taccuino come una piccola “InBox” portatile… La soluzione? Beh, potrebbe essere ad esempio il comodo, praticissimo e incredibilmente efficace PocketMod che, come segnalato da 43 Folders e Exercise in Futility consente di creare al momento un unico foglio A4 che diviene un piccolo e comodo taccuino multipagine tramite una semplice piegatura. La possibilità, inoltre, di aggiungere un template di liste al modello lo rende semplicemente perfetto.

Autore:

Le università italiane passano al cloud. Con quali garanzie?

Oggi grazie a Yanfry scopro una conversazione interessantissima sulla mailing list di Nexa a firma del Prof.Luciano Paccagnella, Professore Associato di Sociologia dei processi culturali nel Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino: gli atenei italiani e tra I primi Torino stanno dismettendo i loro servizi di posta elettronica migrando su Gmail (ma […]