Ancora Varenna…

Ed oggi sono citato anche anche sul Punto-Informatico in una sintesi del convegno. Oltre ad essere presente nell’articolo, ringrazio il commento dell’ Avv. Francesca Rusconi :

Ad ogni modo, questa è stata la conferenza del coraggio, perché non solo due PM hanno ammesso le lacune del sistema legislativo, ma anche per l’intervento di Matteo Flora. E’ un informatico. Non vi riferisco cosa ha detto, perché non vorrei rovinare la sorpresa. Vi suggerisco solo, se avete occasione di vedere altre conferenze dove appare il suo nome, di prendervi parte. Perchè? E’ possibile che una volta o l’altra lo arrestino in diretta. Dato che ha dato accurati dettagli su come…… e già che c’era ha parlato di biometria .

Speriamo di non finire veramente arrestato in diretta, anche se devo ammettere che in quest’ultimo periodo gli studi e le pubblicazioni mi stanno portando sempre di più verso questa direzione. I “temi caldi” del momento sono TOR e E-Democracy…

Autore:

Le università italiane passano al cloud. Con quali garanzie?

Oggi grazie a Yanfry scopro una conversazione interessantissima sulla mailing list di Nexa a firma del Prof.Luciano Paccagnella, Professore Associato di Sociologia dei processi culturali nel Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino: gli atenei italiani e tra I primi Torino stanno dismettendo i loro servizi di posta elettronica migrando su Gmail (ma […]