Il sonno polifasico: una introduzione

L’essenza del sonno polifasico è la possibilità di ridurre le ore di sonno durante il giorno ad un minimo che varia (a seconda dei metodi) dalle 6 alle 2 ore giornaliere complessive. Certo una affermazione di questo tipo spaventa e va corredata dalla necessaria conclusione “senza distruggere il proprio fisico e senza itercorrere in problemi di alcun tipo né fisiologici né di attenzione“. L’essenza delle varie metodologie che vengono utilizzate nel mondo è quella di frazionare il sonno in molti micro-sonni durante il corso del giorno, di entità e durata differenti secondo le metodologie applicate. Ecco una serie di risorse per affacciarsi a questo strano mondo…

P.S. Per chi se lo domandasse: si, io utilizzo da qualche tempo il sonno polifasico, anche se non ne sono uno zelota e non arrivo alll’UberMan…

Autore:

Le università italiane passano al cloud. Con quali garanzie?

Oggi grazie a Yanfry scopro una conversazione interessantissima sulla mailing list di Nexa a firma del Prof.Luciano Paccagnella, Professore Associato di Sociologia dei processi culturali nel Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino: gli atenei italiani e tra I primi Torino stanno dismettendo i loro servizi di posta elettronica migrando su Gmail (ma […]