Il tuo indirizzo è stato reperito su Internet?

Il tuo indirizzo è stato reperito su internet Quanto spam ricevete in questi giorni? E soprattutto quanto di questo riporta la fatidica frase “il vostro indirizzo è stato reperito da elenchi pubblici”? Vi siete mai chiesti se questo atteggiamento è legittimo o meno? Proprio da una mail dell’amico Domenico scopro che non molti conoscono i provvedimenti del Garante per la Privacy che sono stati pubblicati nel corso degli anni. Mi riferisco, in particolare, al provvedimento piuttosto recente numero n. 1289884 del 20 aprile 2006, un tassello fondamentale che non dovrebbe mancare a nessuno dei navigatori del Web che ogni giorno vengono subissati dallo spam.

Il provvedimento in oggetto, infatti, recita chiaramente quanto segue:

RILEVATO che, contrariamente a quanto sostenuto dalla resistente, ai sensi dell’art. 130 del Codice anche un’unica comunicazione effettuata mediante posta elettronica per l’invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale [...] necessita comunque del preventivo consenso dell’interessato [...] e che l’eventuale reperibilità di un indirizzo di posta elettronica sulla rete Internet non lo rende per ciò stesso liberamente disponibile anche per l’invio di comunicazioni elettroniche non sollecitate

In altre parole poco importa che il vostro indirizzo mail compaia o meno all’interno di elenchi pubblicamente accessibili o più in generale “sul web”, poiché anche per l’invio di un singolo messaggio ad un destinatario pubblico è necessaria la preventiva autorizzazione del ricevente!

Questo provvedimento segna una svolta epocale che permette finalmente di accanirsi contro gli spammer nazionali con innata foga ed invariato sdegno anche quando, alla nostra richiesta di informazioni questi rispondono il fatidico “è stata recuperata da indirizzi pubblici“… Quindi niente scuse e pronti a denunciare lo spammer al Garante e organi competenti! Alcuni link: * La meravigliosa Guida per il ricorso al Garante di MaxKava con i modelli di lettere da spedire * Il sito del Garante per la Privacy * La legge 196/2003 * Il link del Provvedimento n. 1289884 del 20 aprile 2006 Buon Ricorso! P.S. A breve parlerò anche un poco dei warning totalmente inutili e totalmente ridicoli che sempre più spesso troviamo in fondo alle nostre mail

Autore:

E’ davvero Brian F. Hamade il leaker delle immagini di Kate Upton e Jennifer Lawrence?

4chan da e 4chan toglie, parrebbe. Se, per lo meno come dice questa immagine, il leaker delle immagini del Fappening su Ariana Grande, Bar Rafaeli, Becca Tobin, Brie Larson, Hope Solo, Jennifer Lawrence, Jessica Brown Findlay, Kate Upton, Kirsten Dunst, Krysten Ritter, Lea Michele, Mary Elizabeth Winstead, McKayla Maroney, Melissa Benoist, Olivia Munn, Selena Gomez, […]