Il ricordaBlog della Domenica

Ho pensato, prendendo spunto da Blog sicuramente più eccellenti del sottoscritto, di recuperare dalla storia di questo blog alcuni articoli passati e di farne un sunto per ridare nuova vita a post interessanti che, per varie ragioni, sono finiti nell’archivio che pochi o nessuno sembra guardare… Quindi se vi siete persi alcuni di questi post ora sapete cosa andare a leggere nei ritagli di tempo:

  • Moratti Cybersquatting… Le vicende relative alla compravendita di migliaia si siti web a puri fini di spamming dell’amato e supremo sindaco della mia città: Milano.
  • Quando la volpina diventa pericolosa… Anche nel caso di del browser perferito da molti (me compreso) esiste per lo meno una funzionalità di cui la maggior parte degli utenti abituati ad Explorer non è a conoscenza e che potrebbe riservare qualche piccola preoccupazione: il sistema di Password Storing.
  • Censura 1.0: ma quanti IP stanno filtrando? e è vero che alcuni IP che trasmettevano streaming dal sito Calciolibero.com ora sottoposto a sequestro preventivo sono stati oscurati, quanti altri IP sono attualmente in BlackList?
  • Censura: la ricerca imbavagliata Fa ribrezzo ed orrore la notizia del sequestro del microscopio a scansione ambientale ai ricercatori Antonietta Gatti e Stefano Montanari, rei di avere scoperto senza ombra di dubbio gli effetti devastanti sull’organismo umano degli inceneritori e delle nanoparticelle.
  • Il taccuino tascabile per Getting Things Per quanti, attratti dal precedente post, volessero iniziare a utilizzare GTD con il Moleskine l’unico mio consiglio è di preminursi di un supporto cartaceo esterno, microscopico, alternativo e possibilmente “portabile ovunque”.

Alla prossima settimana e Buone Domenica!

Autore:

Le applicazioni mediche e la privacy? Il Garante non è per nulla convinto

Secondo il Garante italiano serve più trasparenza nell’uso dei dati degli utenti che scaricano app mediche in Italia. I risultati dell’indagine, avviata a maggio dal Garante Privacy per verificare il rispetto della normativa italiana sulla protezione dati da parte di applicazioni che utilizzano dati sanitari, mostrano come anche nel nostro Paese gli utenti non siano […]