MOMIS risponde allo splog

La vicenda dello Splog (spam di commenti a blog) di Momis in cui accennavo nel post di ieri sembra aver avuto qualche ritorno.

Come dicevo nel post infatti ero stato contattato dai vertici della MOMIS per una risposta ufficiale ed eccola a voi integralmente come preannunciato e come richiesto dalla stessa MOMIS :

Egregio Dr Flora,

come da contattti telefonici intercorsi in data odierna Le riporto di seguito la spiegazione dell’accaduto che Le chiedo di voler pubblicare in risposta alla vostra azione:

Momis srl è una società seria che opera nel territorio nazionale offrendo i propri servizi in modo trasparente. > La pubblicazione di un testo su alcuni blog presenti in rete è stata un’azione occasionale ed isolata posta in essere in assenza di consapevolezza di offendere i titolari dei blog o altri. L’azione è stata immediatamente ritirata. Per qualunque ulteriore chiarimento si ritenesse necessario potete contattarci ed avrete risposta in tempi brevi. Grazie per l’attenzione dedicata e cordiali saluti. Momis srl

Ringraziando per questa assicurazione siamo felici di apprendere che trattasi si una azione “occasionale ed isolata“. Pare comunque particolare la denotazione di “occasionale“, visto che la stessa dinamica è stata utilizzata anche in un post su InfoServi.it in data 19 Febbraio. Pare inoltre particolare la denotazione di “isolata“, visto che nella sola giornata di ieri oltre al mio blog sono stati sicuramente presi di mira anche Exploit e PseudoTecnico (che lo conferma qui).

Comunque sia siamo grati di questa delucidazione e lasciamo ai lettori le valutazioni del caso, che non intendiamo in alcun modo alterare.

Mi soffermo invece ancora un secondo sull’ottimo post del sempre competentissimo Roberto Capodieci per aggiungere che il tristemente famoso Violent Infinity Power è ormai giunto alla versione 2.0, costa $.150,00 per singolo IP e assieme ad altri tool come Aura di Synethix rappresenta forse la piattaforma più diffusa per operare commercialmente sullo Splog…

Infine, per dare in pasto un po’ di notizie per chi bazzica nel mondo del SEO, Googlisti.com riprendendo il mio articolo cita una interessante dissertazione sul blog di Lele Dainesi che tratta della Corporate Reputation 2.0, un argomento che cerco da qualche mese di inculcare a forza durante le mie consulenze in ambito SEO, ma che in Italia trova il pubblico commerciale ancora fortemente impreparato…

P.S.: Non c’entra nulla con l’argomento del Post ma ho trovato affascinante il blog della splendida moglie di Roberto, Patricea, che trovate presso Asian In Asia.

Autore:

Google in UK: 5 miliardi di ricavi, 21 milioni di tasse

Stavolta niente giornali complottisti, ma direttamente il Financial Times che recita: Google’s UK operation paid £20.4m of corporation tax on its profits in 2013, according to accounts filed at Companies House on Thursday. Documents published by the parent company this year showed that the country accounts for $5.6bn of revenues. qui Estote parati.