Verona domani – conferenza “Dal Computer Crime al Cyber Crime”

Converenza Cybercrime Verona Una breve annotazione per informare che grazie al cortese invito del Prof.Avv. Lorenzo Picotti sarò a Verona nella giornata di domani 23 Marzo 2007 come relatore presso la conferenza “Dal Computer Crime al CuberCrime: le nuove minacce delle tecnologie informatiche” organizzata dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Verona. Qui la locandina dell’evento e la pagina relativa.

A parlare con me ci saranno l’amico Raoul Chiesa e il competentissimo avvocato Stefano Aterno, oltre al Dott. Roberto Flor.

Il ciclo di conferenze è organizzato col patrocinio della Facoltà di Giurisprudenza e il contributo dell’Università degli Studi di Verona e il mio intervento avrà titolo: “Economics of malware. Il mercato, i vendor, i servizi delle realtà dietro al fenomeno del malware, dello spyware, dello spam e del riciclaggio di denaro nell’epoca del web 2.0“.

Per i più curiosi eccone l’abstract:

Chiunque abbia mail ricevuto un messaggio indesiderato etichettato come Spam, chiunque sia mai stato contagiato almeno una volta da un Virus o abbia duellato per la rimozione di uno Spyware si sarà sicuramente fatto la stessa domanda: “Ma PERCHE’ ?”. Quali motivi spingono uno sviluppatore a cimentarsi nella creazione di gioielli di ingegneria del codice quali Rootkit e Spyware? Quali ragioni spingono la creazione di strutture di mail capaci di miliardi di messaggi a secondo al solo fine di creare Spam? Cosa si nasconde dall’altra parte della barricata, quella dove gli spyware, lo spam e i troyan sono un fiorente e redditizio business? Come si “comprano”, qual è il mercato, quale il modello di Business? Un’analisi tecnica e precisa dei meccanismi e dei soggetti alla base dei piuù famosi problemi si sicurezza dei personal computer e sulle dinamiche commerciali di una linea di business praticamente sconosciuta e dal fatturato talmente elevato da sorpassare il PIL di molte nazioni, alla ricerca di una ragione spesso taciuta dietro alla facciata dei “pirati informatici”. Per capire chi ci cerca di controllarci ed indirizzarci e come con questo gioco accumuli denaro e potere. Per capire percheè anche la nostra “piccola azienda” o il nostro “pc personale” siano un allettante bersaglio per i veri pirati del web.

Appuntamento quindi domani 23 Marzo 2007 alle ore 14:30 all’Aula “Bartolomeo Cipolla” dell’Università degli Studi di Verona, Facoltà di Giurisprudenza in via C. Montanari.

Autore:

Le applicazioni mediche e la privacy? Il Garante non è per nulla convinto

Secondo il Garante italiano serve più trasparenza nell’uso dei dati degli utenti che scaricano app mediche in Italia. I risultati dell’indagine, avviata a maggio dal Garante Privacy per verificare il rispetto della normativa italiana sulla protezione dati da parte di applicazioni che utilizzano dati sanitari, mostrano come anche nel nostro Paese gli utenti non siano […]