Casa LastKnight – Episodio 1

Da un po’ di tempo solleticavo l’idea di fare partire una sorta di videoblog, sicuramente più immediato e veloce che non il post sul blog. Mi mancavano, però, gli strumenti e le capacità tecniche… Ma con un po’ di pazienza si ottiene tutto (o meglio una buona approssimazione di tutto), e così mi ritrovo per le mani una copia regolarmente licenziata di IMovie HD, una videocamera Firewire, un po’ di tempo e delle luci da presa, oltre all’immancabile cavalletto. Il risultato? Beh, non si può pretendere molto da una presa diretta, ma qui sotto trovate la prima puntata di “Casa LastKnight“, come chiamo affettuosamente il risultato delle fatiche.

L’obiettivo? Iniziare a parlare di un po’ di argomenti a ruota libera, alcuni dei quali mai trattati in questo Blog. E non preoccupatevi, se questa “puntata introduttiva” dura circa 20 minuti, l’obiettivo delle prossime è quello di ridurre a meno di 10 minuti, così da dare l’opportunità di non passare troppo tempo davanti alla pseudo-tv.

EPISODIO 1 Ma perché deve esistere la crittografia? Perchè, in un mondo come il nostro, dobbiamo usare strumenti da terroristi? Se non hai nulla da nascondere a che ti serve la crittografia? Frasi sentite e risentite da chi, come me, fa della sicurezza la sua professione, oltre al suo lavoro. Ma esistono svariate motivazioni, anche non paranoiche per scegliere ed adottare la crittografia e la plausible deniability. Affrontiamole insieme!

Autore:

Le università italiane passano al cloud. Con quali garanzie?

Oggi grazie a Yanfry scopro una conversazione interessantissima sulla mailing list di Nexa a firma del Prof.Luciano Paccagnella, Professore Associato di Sociologia dei processi culturali nel Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino: gli atenei italiani e tra I primi Torino stanno dismettendo i loro servizi di posta elettronica migrando su Gmail (ma […]