Blanca ha sei anni…

Andrea Beggi speso mi fa pensare. Anche questa volta:

L’ultima donna geek che ho conosciuto si chiama Blanca, e ha scattato una bellissima serie di foto al Barcamp di Torino. Tante delle immagini ritraggono persone dagli occhi sorridenti, viste dalla prospettiva di una bimba di sei anni. Non si tratta solo di maneggiare una fotocamera con disinvoltura, ma anche dell’atteggiamento di curiosità e voglia di scoprire che ho visto in Blanca e che vedo tutti i giorni in Beatrice. Il set è stato visto ad oggi da 243 persone, ed è composto da quasi cento fotografie. E io rifletto e mi chiedo come avrebbe fatto fino a pochi anni fa una bimba di sei (sei!) anni a comunicare le proprie emozioni ed il proprio punto di vista ad un numero così alto di persone, essendo ascoltata e non considerata con sufficienza. Tutto questo non può fare altro che generare un circolo virtuoso che incoraggia sempre di più le persone alla curiosità, alla ricerca ed alla condivisione delle proprie idee.

Si riferisce alla bimba che tengo in braccio sul mio post di riepilogo del Barcamp. E che dire? Semplicemente, forse, che ha ragione.

Autore:

La libertà di parlare dell’Exploiting delle automobili

C’è molto di interessante nella richiesta di Charlie Miller per l’esenzione dal DMCA dei risultati delle ricerche sui sistemi di sicurezza degli autoveicoli, ma una frase che proferisce rende l’intero brano meritevole di essere letto. E’ questa: I should add that I’m not necessarily judging the cybersecurity practices of automobile manufacturers. Very smart engineers at […]