IISFA Forum 2008 CyberCop: i vincitori

Non esiste un modo carino per dirlo senza autocelebrazione, quindi lo dico e basta: abbiamo stravinto! ;)

Mmm… Forse non è troppo diplomatico… Diciamo allora, citando Pila nel suo post:

Li abbiamo fatti neri tutti quanti!

Come vedete lui è molto più politically correct

(Nella foto da sinistra a destra: Gerardo Costabile, Matteo Flora, Andrea Ghirardini, Davide Gabrini, Alessandro Clementi, Giuseppe Mazzaraco)

Il test del “1o Concorso nazionale – a squadre – sulle indagini informatiche e computer forensics – IISFA Cybercop 2008″ è stato veramente complesso e provante, e la squadra vincente, i CyberCop of The Year 2008 IISFA, che hanno sfidato veramente tutta l’Italia della Forensics, è stata quella composta da Matteo Flora, Andrea “Pila” Ghirardini, Davide “Rebus” Gabrini e Alessandro Clementi.

IISFA Maggiori informazioni nei prossimi giorni, visto che abbiamo intenzione di pubblicare le soluzioni e la nostra Perizia finale, ma nel frattempo grazie mille a Gerardo Costabile, Giuseppe Mazzaraco, Max Graziani, Donato Caccavella e tutta IISFA per l’eccellente organizzazione (panchine a parte) ;)

Tra le cose che abbiamo dovuto fronteggiare:

  • Dischi TrueCrypt e Hidden Volumes
  • Contenuto steganografico (la password in teoria c’era, ma lo abbiamo forzato)
  • Filetypes alterati
  • Base64/Binari/varie codifiche da calcolare
  • Breaking di documenti Word con cifratura debole
  • Breaking di documenti Word con cifratura forte
  • Breaking di Zip

Attendiamo il materiale audio/visivo e quindi nel frattempo…. nanna e meritato riposo… Sono fisicamente demolito! ;)

INCIDENTALMENTE 1: Non riuscirò a fare in tempo a scrivere InSicurezza di Lunedì… Posticiperemo… ;)

INCIDENTALMENTE 2: Tre quarti della compagine di squadra (lk, pila, rebus) sono Mensani. Non serve per essere migliori, ma solamente a generare più entropia nella squadra! :)

Autore:

Bloccare i siti non fa diminuire la pirateria. Forse.

CIAO! Se non sai Chi sono e cosa faccio please leggi il disclaimer! In questi giorni sia Fulvio che Stefano hanno prodotto copiosa quantità di parole in merito ad un paper accademico pubblicato dal Institute for Prospective Technological Studies del Joint Research Center della Comunità europea che racconta come l’inibizione del sito tedesco di streaming […]