Basiglio? Il paese dei ricchi. Di soldi, non di cuore.

Mi raccomando, per la carità di Dio! Se siete poveri non andate assolutamente ad abitare a Basiglio. Potreste essere indiziati per una caz*ata e la vostra vita sconvolta da una compagna di classe troppo ricca per avere un cervello:

MILANO — La maestra porge il foglio alla donna. «Guardi cosa ha fatto sua figlia». Il disegno ritrae una bimba accovacciata su un ragazzino. Sopra, la scritta: «Giorgia tutte le domeniche fa sesso con suo fratello, per 10 euro. A lei piace». La mamma osserva, poi dice tranquilla: «Non è la grafia di Giorgia». La piccola, 9 anni, conferma: «Macché, quello l’ha fatto la mia compagna per farmi dispetto, perché ho i dentoni e sono povera».

Pochi giorni dopo, i servizi sociali di Basiglio, ricchissimo Comune a sud di Milano, prelevano i fratellini dalla casa dei genitori e li sistemano in due comunità protette. È il 14 marzo. Giovanni, il più grande, in quel momento sta festeggiando il suo tredicesimo compleanno. È da 40 giorni che Giorgia e Giovanni (nomi di fantasia) non tornano a casa. Una famiglia spezzata. «Siamo distrutti, sconvolti», dice il padre. «Ce li hanno portati via senza dire niente, senza una spiegazione». Il giudice del Tribunale per i minorenni ha deciso così. Anche se, scrive, «esistono rilevanti elementi di perplessità». Perché fin da subito è stato chiaro che in questa storia, ambientata nel Comune con il più alto reddito pro-capite d’Italia, sono in gioco tanti fattori. «A partire da una buona dose di pregiudizio e di classismo».

(articolo completo sul Corriere)

Ho sempre detto che con la storia della pedofilia si è arrivati ad un eccesso: ora è tempo di caccia alle streghe. Siamo tutti, ma proprio tutti, pedofili e terroristi.

Per quanto mi riguarda cambierò meta per il Golf… Si sa mai che sia troppo povero e che qualcuno, al campo di Basiglio, mi infili una fotografia pedo nella sacca da Golf. Così, giusto per dire come una delle matrone di Basiglio:

A Basiglio, l’altro giorno, alcune mamme commentavano il fatto così: «Finalmente abbiamo bonificato la scuola dalle piattole».

Già. Andate le piattole. Rimangono le tr*ie?

Autore: