ZenLife – LifeHacking for Hackers

Durante l’ESC di quest’anno ho fatto uno speech un po’ particolare: invece di parlare semplicemente di tecnologia mi sono concentrato su una serie di “cose” che negli anni ho imparato ed utilizzato per la gestione della mia vita e della produttività. Ma anche di spiritualità, trucchi, massime. Ho cercato di condensare in un’oretta e mezza di conversazione la mia visione di una serie di cose della vita.

Non sono un medico, non sono uno psicologo e soprattutto non sono un docente di meditazione e/o di buddhismo. Centinaia di cose in questo video possono essere (e probabilmente sono) sbagliate, fuorvianti, pericolose o imprecise. Vedetela non come la verità, ma come la mia piccola personale dose di verità. Prendetela come spunto per cercare i VOSTRI valori, le VOSTRE metodologie e le VOSTRE credenze.

Eccovi l’oretta e mezza di video:

Ed ecco le Slide pubblicate a vostra disposizione:

Inoltre ecco una bibliografia parziale della presentazione:

  • Giacobbe Giulio C. – Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita
  • Giacobbe Giulio C. – Come diventare un Buddha in cinque settimane
  • Huston Smith, Philip Novak – Buddhism: A Concise Introduction
  • Thich Nhat Hanh – The Heart Of Buddha’s Teaching
  • Steve Hagen – Buddhism Plain and Simple
  • Timothy Ferriss – The 4-Hour Body
  • Timothy Ferriss – The 4-Hour Workweek
  • Richard Bach – Illusioni: Le avventure di un messia riluttante
  • Anthony Robbins – Awaken the Giant Within
  • Anthony Robbins – Unlimited Power : The New Science Of Personal Achievement
  • David Allen – Getting Things Done: The Art of Stress-Free Productivity
  • Leo Babauta – Zen To Done
  • Jason Fried, David Heinemeier Hansson – Rework
  • Jason Fried, David Heinemeier Hansson – Getting Real
  • Richard Bandler, John Grinder – La Struttura della Magia
  • Richard Bandler, Owen Fitzpatrick – PNL è Libertà

ZenLife è un progetto in divenire e spero di riuscire ad integrarlo di volta in volta rimuovendo eventuali castronerie (ce ne saranno molte) e aggiungendo di volta in volta contenuti che mi segnalerete. Fatemi sapere, ci tengo molto.

Autore:

L’Unit-Harakiri: perché l’Unità è morta

Ora, guardate l’articolo di copertina e provate ad immaginare il soggetto a cui si riferisce. Me ne vengono in mente un po’: I giornalisti (1): che nemmeno andasse della loro vita sono riusciti a creare un giornale che avesse il minimo seguito per sopravvivere; I giornalisti (2): che non hanno avuto la benché minima capacità […]