DotNetHell.it e i pietosi di tentativi di SEO Spam

Dopo qualche anno a parlare di SEO e BlackHatSEO, dopo anni a parlare di indicizzazione naturale e di professionisti, fa veramente male vedere che un sito italiano e per di più di PROFESSiONISTI utilizza bieche e ignominose strategie di SEO da baracconeDot Net Hell: La sottolineatura del SEO Se infatti si guarda in fondo alle pagine di articolo di DotNetHell.it (ad esempio quella nella immagine) ma anche in tutte le pagine del sito e addirittura nella HomePage ci si accorgerà che sottolineando il testo esistono link bianco su bianco (e quindi invisibili all’osservatore) che portano a pagine differenti contenenti informazioni in più lingue su programmi vari (in genere Emule), al solo fine di alzare le hits del sito come ad esempio questa, questa o ancora questa (addirittura in francese)… Come già ho spesso spiegato anche in un articolo, questa è veramente la più bieca sottospecie di spam per i motori di ricerca possibile. Fa tristezza vedere questi giochi idioti, illegali (secondo le policy di Google) e francamente di pessimo gusto in una communiti di “dicasi” professionisti, italiani come me…

Autore:

Dall’effimero all’eterno, ovvero come gestire le migrazioni dei siti

Chi progetta siti, specialmente istituzionali, è gravato sicuramente da una serie di incombenze maggiori rispetto a chi gestisce siti aziendali o personali: sebbene le best practice dovrebbero essere condivise, in realtà alcuni siti che rappresentano un valore documentale per la nazione si trovano a dover prestare maggiore attenzione a quello che fanno. In questo caso […]