DotNetHell.it e i pietosi di tentativi di SEO Spam

Dopo qualche anno a parlare di SEO e BlackHatSEO, dopo anni a parlare di indicizzazione naturale e di professionisti, fa veramente male vedere che un sito italiano e per di più di PROFESSiONISTI utilizza bieche e ignominose strategie di SEO da baracconeDot Net Hell: La sottolineatura del SEO Se infatti si guarda in fondo alle pagine di articolo di DotNetHell.it (ad esempio quella nella immagine) ma anche in tutte le pagine del sito e addirittura nella HomePage ci si accorgerà che sottolineando il testo esistono link bianco su bianco (e quindi invisibili all’osservatore) che portano a pagine differenti contenenti informazioni in più lingue su programmi vari (in genere Emule), al solo fine di alzare le hits del sito come ad esempio questa, questa o ancora questa (addirittura in francese)… Come già ho spesso spiegato anche in un articolo, questa è veramente la più bieca sottospecie di spam per i motori di ricerca possibile. Fa tristezza vedere questi giochi idioti, illegali (secondo le policy di Google) e francamente di pessimo gusto in una communiti di “dicasi” professionisti, italiani come me…

Autore:

Il nuovo sito di Confindustria è un colabrodo

Uno pensa che dopo anni di sicurezza informatica, dopo minchiate galattiche sparse per il mondo che dovrebbero aver insegnato qualcosa di Web Application Security, una PRIMARIA SOCIETA’ INTERNAZIONALE di sviluppo impari ad andare in bicicletta senza le rotelle. E invece no. Andate al nuovo sfavillante Sito di Confindustria… Ci siete? perfetto! La vedete la bella […]