DotNetHell.it e i pietosi di tentativi di SEO Spam

Dopo qualche anno a parlare di SEO e BlackHatSEO, dopo anni a parlare di indicizzazione naturale e di professionisti, fa veramente male vedere che un sito italiano e per di più di PROFESSiONISTI utilizza bieche e ignominose strategie di SEO da baracconeDot Net Hell: La sottolineatura del SEO Se infatti si guarda in fondo alle pagine di articolo di DotNetHell.it (ad esempio quella nella immagine) ma anche in tutte le pagine del sito e addirittura nella HomePage ci si accorgerà che sottolineando il testo esistono link bianco su bianco (e quindi invisibili all’osservatore) che portano a pagine differenti contenenti informazioni in più lingue su programmi vari (in genere Emule), al solo fine di alzare le hits del sito come ad esempio questa, questa o ancora questa (addirittura in francese)… Come già ho spesso spiegato anche in un articolo, questa è veramente la più bieca sottospecie di spam per i motori di ricerca possibile. Fa tristezza vedere questi giochi idioti, illegali (secondo le policy di Google) e francamente di pessimo gusto in una communiti di “dicasi” professionisti, italiani come me…

Autore:

HackingTeam: di cosa dovete DAVVERO aver paura

Sono passati alcuni giorni dalla fuoriuscita di informazioni (in modo quantomeno spettacolare) di HackingTeam, l’azienda italiana tra i leader mondiali per la vendita di soluzioni per l’intercettazione telematica usate in moltissime realtà in giro per il mondo. La suite di prodotti di HackingTeam in qualunque incarnazione la si contempli (RCS, Galileo, DaVinci, Ornella) rappresenta(va) lo […]