Non ho capito…

deep look from the gipsy village Creative Commons License photo credit: energeticspell

Il primo ministro rumeno ha criticato, poi, le autorità italiane per non avere avuto la necessaria fermezza e di aver permesso la creazione delle baraccopoli alla periferia delle città, dove si è sviluppata la criminalità. Secondo il premier la reazione delle forze dell’ordine e delle autorità italiane è stata debole, in Paesi come la Francia o la Germania l’intervento delle autorità è stato immediato e non ci sono state dichiarazioni politiche che hanno alimentato la discussione su questo argomento, ha aggiunto. Tariceanu ha sottolineato che non è giusto che i romeni che vivono in Italia e che lavorano onestamente subiscano ritorsioni a causa di coloro che non rispettano la legge. (qui)

Quindi… Ci si lamenta del fatto che Maroni vuole espellere i Rumeni e il ministro Rumeno dice che dovevamo dare fuoco agli accampamenti e sbatterli fuori prima? Qualcuno mi da un sottotitolo, per favore?

Autore:

No, il terrorismo non c’entra con la sorveglianza di massa

E non lo dico io, lo dice Nils Muižnieks, Commissario ai Diritti Umani del Consiglio Europeo che si pronuncia in modo perentorio affermando che: The “secret, massive and indiscriminate” surveillance conducted by intelligence services and disclosed by the former US intelligence contractor Edward Snowden cannot be justified by the fight against terrorism, the most senior […]