News dal mondo FoolDns

fooldns Nelle ultime ore avrete assistito ad un regime censorio pesantissimo di FoolDns… Non vi preoccupate, non è la NUOVA normalità ma un effetto collaterale di un aggiornamento per cui ci servirà una vostra mano…

Siamo passati, nottetempo, da una lista di circa 1500 domini ad una di oltre 60.000, aggiungendo tre delle più famose liste Open SOurce di host di Malware e di Botnet C&C. Se da un lato questo ha incredibilmente aumentato l’efficacia del sistema (sono CENTINAIA i download che abbiamo evitato di malware, tracciati direttamente dal sistema), dall’altro canto una di queste liste tende ad essere troppo puritana…

Che sia chiaro: FOOLDNS FREE NON MIRA A BLOCCARE SOCIAL NETWORK O SITI OSE’, MA SOLAMENTE SISTEMI DI TRACCIAMENTO!

Quindi forse per la prima volta nella nostra storia interna abbiamo veramente bisogno del vostro lavoro di controllo! Per ogni blocco si apre una pagina grigia che contiene un sistema per l’invio di ticket: nelle ultime 24 ore ne avete spediti più di 100 e tutti questi domini sono stati sbloccati. La manovra di sblocco è veloce ed immediata, e i domini sbloccati sono raggiungibili dopo circa un’ora dallo sblocco.

Quindi?

NON ABBANDONATECI, AIUTATECI A MIGLIORARE IL SERVIZIO!

Inoltre anche se il sistema di ticket consente un invio anonimo vi preghiamo di aggiungere un contatto mail: alla risoluzione del ticket vi verrà spedita una mail di conferma e potrete così controllare l’insorgenza di eventuali problemi dopo il fix!

Grazie mille!

P.S. Il grosso cambiamento e la creazione di una interfaccia di amministrazione e tracking web interna preannuncia l’inizio del servizio di FoolDns Business che, oltre alle consuete funzionalità di FoolDns, prevederà:

  • L’utilizzo con maggior numero di Client
  • Il reporting mensile puntuale
  • La gestione del Reporting a norma Statuto Lavoratori e 196.
  • La customizzazione dei domini bloccati e sbloccati

…e tanto, tanto ancora!

Un saluto dai pazzi di FoolDns e se avete domande potete, al solito, trovarci all’indirizzo mf@fooldns.com.

Autore:

Le applicazioni mediche e la privacy? Il Garante non è per nulla convinto

Secondo il Garante italiano serve più trasparenza nell’uso dei dati degli utenti che scaricano app mediche in Italia. I risultati dell’indagine, avviata a maggio dal Garante Privacy per verificare il rispetto della normativa italiana sulla protezione dati da parte di applicazioni che utilizzano dati sanitari, mostrano come anche nel nostro Paese gli utenti non siano […]