BackTrack 4: Italians p0wn better ;)

Squillo di trombe e rullo di tamburi il buon Emanuele “emgent” Gentili mi fa cortesemente notare l’uscita di BackTrack 4 Final, la distribuzione di pentesting tutta italiana nel cuore ed internazionale nello scopo e nella diffusione!

Dalla pagina del sito ufficiale cito testualmente:

BackTrack 4 final è stata finalmente rilasciata, dopo un lungo periodo di sviluppo e perfezionamento, che hanno portato questa release ad avvicinarsi alla perfezione nelle funzionalità e nella forma. Ringraziamo tutti voi della community per gli sforzi compiuti nello sviluppo, senza dimenticarci del grande aiuto ricevuto per testing delle nuove funzionalità quando venivano implementate. E per questo speriamo possiate apprezzare ancora di piu’ questa distribuzione, dove il contributo italiano è stato decisivo. Questa release include un nuovo kernel, un repository più grande ed un piu’ esteso set di strumenti (di cui molti personalizzati e disponibili solo su BackTrack). Ma cosa ancora più importante, correzioni di tutti (beh, la maggior parte …) i bugs importanti di cui eravamo a conoscenza. Abbiamo spostato BackTrack in un sito dedicato interamente ad essa, dove sarete in grado di tenervi aggiornati sullo stato di sviluppo e le novità. Il nuovo sito è: http://www.backtrack-linux.org. Speriamo sarete d’accordo con noi sul fatto che questa è la versione di BackTrack migliore che sia mai stata realizzata dal team – ed abbiamo deciso di chiamarla opportunamente con il nome in codice “pwnsauce”.

Che dire? Happy Hacking e a domani per la Conferenza in Statale!

Autore:

No, il terrorismo non c’entra con la sorveglianza di massa

E non lo dico io, lo dice Nils Muižnieks, Commissario ai Diritti Umani del Consiglio Europeo che si pronuncia in modo perentorio affermando che: The “secret, massive and indiscriminate” surveillance conducted by intelligence services and disclosed by the former US intelligence contractor Edward Snowden cannot be justified by the fight against terrorism, the most senior […]